Pratico questo sport dall’età di 7 anni. A Giugno 2012 l’inizio di un infortunio che credevo di poter risolvere in breve tempo, ma che così non è stato. Inizialmente mi fu diagnosticato un assottigliamento o ispessimento dei tendini e borsite sottoscapolare. Mi affidai ad uno specialista ortopedico della spalla, il quale mi sottopose ad un ciclo di terapia di tre mesi alternando palestra e piscina. Il dolore si placa in un primo momento, ma venne fuori ancora più forte in breve tempo. Col passare dei mesi il problema principale non era più quello di avere difficoltà a livello sportivo, ma nella vita quotidiana. I miei movimenti erano talmente limitati da non riuscire a fare banali azioni di tutti i giorni, come guidare, vestirsi, lavarsi.

Decisi allora di abbandonare lo specialista che fino a quel momento mi aveva seguita e su consiglio mi rivolsi al Dott. Simone Nicoletti. Nel momento in cui ebbi il primo incontro con il Doc, la situazione della spalla era peggiorata. La diagnosi adesso, in aggiunta ai due versamenti e ulteriori assottigliamenti presentava una lesione sul sovraspinato.

Il primo impatto col Doc fu più che positivo. Decise di affiancarmi il fisioterapista Maurizio D’Angelo, iniziando cosi insieme a lui un programma di recupero e rieducazione della spalla sviluppato sul rinforzo eccentrico. Sono serviti 4 mesi per rientrare a giocare titolare evitando così l’intervento.

Ringrazio fortemente il Doc. Nutro per lui una forte stima per la profonda professionalità e la grande umanità con la quale mi ha ‘accudito’. Ringrazio Maurizio per l’entusiasmo e l’impegno che ha mantenuto in tutto questo periodo. Ad entrambi sono grata per la fiducia e l’amicizia che mi hanno dimostrato.